Etna Doc Brut Spumante Metodo Classico Millesimato Caterina di Plachi


Denominazione: Etna Doc Brut Spumante Metodo Classico Millesimato
Vitigni: Nerello Mascalese vinificato in bianco
Zona Di Produzione: Vigneti alle pendici dell’Etna nel comune di Castiglione di Sicilia ( Contrada Pietramarina Bragaseggi ) allevamento a contro spalliera e alberello su terreni sabbiosi di origine lavica, con forti sbalzi termici tra il giorno e la notte.
Tecnica di Produzione: vinificazione in bianco con pressatura diretta delle uve intere, decantazione statica a freddo, fermentazione alcolica in acciaio a temperatura controllata (14-15° C)
Età media delle viti: 40 anni.
Esposizione: versante nord dell’Etna a 550 metri s.l.m a Castiglione di Sicilia;
Resa media per ettaro: 50 ql/ha
Colore: paglierino brillante con spuma cremosa e perlage persistente
Profumo: delicatamente floreale con piacevoli sentori di crosta di pane
Sapore: secco, morbido e persistente con giusta freschezza acida
Tenore alcolico:12,5 % Vol.
Abbinamento: vino da tutto pasto, predilige le pietanze a base di pesce e crostacei

Temperatura di servizio: 6-8°C

Descrizione: L’Etna Doc Brut Spumante Metodo Classico Millesimato “Caterina di Plachi è ottenuto da uve di Nerello Mascalese in purezza , vitigno puro ed autoctono dell’Etna. La raccolta avviene ancora rigorosamente a mano. Dalla pressatura diretta delle uve nere, con separazione immediata dalle bucce, si ottiene un vino molto ricco in struttura e freschezza acida, presupposti ideali per la successiva presa di spuma con il metodo classico in bottiglia.La lunga maturazione in bottiglia dello spumante sulle sue fecce di fermentazione per almeno 38 mesi permettono una straordinaria evoluzione di perlage e complessità aromatica.
Il profumo è particolarmente floreale e ricorda molto i fiori delle ginestre appena sbocciate. Con il lungo affinamento in bottiglia, i profumi evolvono dimostrando eleganza e mineralità ed arricchendosi di piacevoli note di crosta di pane.
Il nostro Spumante conserva un perfetto equilibrio tra freschezza, morbidezza e sapidità, con una spiccata nota minerale apportata dai terreni vulcanici ricchi di microelementi. Ideale per antipasti, piatti di pesce, crostacei ma anche come vino da tutto pasto. Da servire a 6-8° C.